Le bevande natalizie

Le bevande natalizie
© Towerscain0 Pixabay

Cade la neve e fuori fa freddo. In giornate come queste e con scenari simili, non vi è nulla di meglio che riscaldarsi vicino al camino. Ma se proprio si deve uscire, non rimane che riscaldarsi con qualche bevanda tipica del periodo natalizio.

La classica bevanda più conosciuta delle feste, regina di ogni mercatino di Natale, è il vin brulé, conosciuto anche come Glühwein sul suolo tedesco o Mulled Wine in inglese. Si tratta di vino rosso cotto, speziato, con zucchero e cannella, a cui possono essere aggiunti il rum o l´amaretto per rendere il tutto ancora più invitante. Se vi trovate in Filandia o in Svezia, da provare è il Glögg, la loro variante del vin brulé. Sebbene sia questa la bevanda tipica più conosciuta, all’appello se ne possono trovare molte altre, tutte rigorosamente calde e servite nel periodo natalizio. Da provare sono:

  1. Il sidro: simile al vin brulé, ma senza vino. Composto da sidro di mele, vari agrumi, chiodi di garofano, cannella e vaniglia.
  2. Sorrel wine: proveniente dalla Giamaica, la bevanda è ottenuta dalle bacche di sorrel, a cui vengono aggiunti lo zenzero e i chiodi di garofano. Il rum bianco fornisce la giusta alcolicità alla bevanda.
  3. L’eggnog: tipica dei paesi di lingua inglese, è composta da uova, latte, noce moscata e spezie varie. Ma ciò che la rende interessante è il rum o il whisky che ne aumentano di parecchi gradi la bevibilità.
  4. il Salep: di origine turca, la bevanda viene fatta con la polvere dell’omonimo tubero con aggiunta di cannella, zucchero e latte.
  5. Sujeonggwa: bevanda composta da frutta secca, zucchero, cannella e zenzero. Originaria della Corea e assaggiabile durante i festeggiamenti per l’anno nuovo.
  6. L’atole: bevanda messicana composta da masa, panela (zucchero grezzo), cannella, vaniglia e se si desidera, possono essere aggiunti frutta o cioccolato. Se fatta con il cioccolato, prende il nome di champurrado.

Non esclusivamente natalizio è il punch. E’ appropriato per questo periodo, se bevuto caldo e aggiungendo delle spezie. Per saperne di più, si può dare un’occhiata a diverse ricette natalizie e cercare tra i mille espedienti della rete per iniziare a preparare il proprio drink natalizio!

Per saperne di più su altre tradizioni tipiche del Natale, leggi l’articolo “Panoramica sui dolci natalizi nel mondo”.

(Visited 198 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.