La rivincita femminile

La rivincita femminile
© PublicDomainPictures Pixabay

Uomini e donne sono diversi: dei primi si dice che sono più razionali, sanno prendere decisioni e sono più adatti per i lavori manuali; delle seconde è risaputo che sono più emotive, spesso più timorose e indecise, più adatte a ricoprire ruoli educativi. Non di rado si è affermato che le donne siano il sesso debole. Niente di più falso.

 Ci sono voluti secoli, ma finalmente la donna sta acquistando sempre più peso nella società. Sebbene ancora raramente ricopra importanti ruoli di potere, a parità di lavoro, guadagni talvolta meno dell’uomo, e sia comunque ancora oggetto di ingiustizie, un maggiore riconoscimento è comunque in atto. 10 anni fa l’Economist aveva pubblicato un articolo su “the stronger sex”, dove veniva messo in luce come la donna fosse più resistente dell’uomo a livello fisico: più longeva, con una salute cardiocircolatoria migliore, più studiosa, più tenace e più attiva. Nel 2015 la stessa testata ha dedicato un nuovo articolo su “the weaker sex”, volto a riflettere sui cambiamenti sociali in corso e di come l’uomo si sia trasformato nel sesso debole (o forse lo è in realtà sempre stato e ha avuto bisogno di etichettare così la donna per tenerla sotto controllo). Dai dati indicati emerge che la donna è culturalmente più preparata e pronta a affrontare questo nuovo tipo di società, in cui sempre più spesso a giocare un ruolo chiave è la predisposizione all’adattamento. Per via delle sue conoscenze, il genere femminile è più facilmente malleabile e dedito al multitasking, cosa che permette di dare sempre più nuovo slancio alla società. Con la rivoluzione tecnologica, i lavori manuali vengono svolti ormai solo dalle macchine e questo rende fondamentale il contributo della donna sul piano intellettuale. L’articolo si conclude invocando un aiuto per questi poveri uomini, minacciati costantemente dall’ascesa delle donne, che avendo dovuto conquistarsi ogni cosa, sono a ragione competitive.
Pensare che nel mondo occidentale la condizione della donna sia migliorata notevolmente, permettendole di essere indipendente e di avere, almeno formalmente, gli stessi diritti degli uomini, rallegra e incoraggia a far sempre di meglio, muovendosi verso una vera parità. Pensare che nel mondo orientale la situazione non è invece cambiata, non promette niente di buono e non incita a aiutare il genere maschile alla riconquista del suo spazio sociale, ormai condiviso e non più di suo appannaggio. Pensare che comunque al giorno d’oggi si parli ancora di sesso debole e forte, rattrista: in un mondo perfetto tali concetti non dovrebbero esistere. Ma se bisogna per forza dividere la realtà in bianco e nero, giusto e sbagliato, allora ben venga la rivincita delle donne! Dopo anni di egemonia maschile, per la legge dell’alternanza, è pure giunta l’ora di vedere come vadano le cose da una diversa prospettiva! E chissà che non si rischi di ottenere risultati migliori…
 

 

Fonti d’ispirazione per approfondire

(Visited 98 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.