La lunga notte degli Oscars

La lunga notte degli Oscars
© DWilliams Pixabay

Ogni anno si tiene a Los Angeles la notte degli Oscars, un altro grande avvenimento a livello mondiale. Come tutti sanno, si premiano il miglior film, il miglior attore, la migliore regia, ecc. della stagione attuale. Quasi tutti film americani, ad eccezione per la categoria miglior film straniero. Quest’anno Chris Rock condurrà la cerimonia e tanti altri ospiti sono attesi e chissà se ci saranno dei colpi di scena. In genere all’avvicinarsi della premiazione si sa già chi vincerà, vengono fatte molte speculazioni e si attendono i risultati, più o meno scontati.

Sono passati ormai moltissimi anni dalla prima edizione nel 1929, e si è trasformato negli anni in un evento di carattere mondiale, seguito in tutto il mondo. Si comincia dal red carpet e dalla diretta pre-cerimonia, seguita dalla cerimonia vera e propria, trasmessa verso le 2.30 del mattino in Europa per concludersi verso le 6, se non ancora più tardi. Non è un caso che si ci riferisca a questa celebrazione come alla lunga notte degli oscars. Di mattina tutti sapranno i vincitori e in America vi sarà un dopo-show. Tra i più nominati quest’anno c’è il film con Leonardo DiCaprio, “The Revenant”, che potrebbe valergli la statuetta, dopo ben 5 nomination. Si ritrova un po’ di Italia con il nostro Ennio Morricone, nominato per la colonna sonora del film “The hateful eight”, e chissà se vincerà. Di recente, nel 2007, era stato premiato con un oscar onorario alla carriera.

Sempre noi abbiamo vinto più oscar di tutti nella categoria miglior film straniero e volenti o nolenti, siamo sempre presenti con qualche professionista che spicca nei costumi, nelle colonne sonore, scenografia e così via. A riprova che il talento quando c’è viene premiato. Ricordiamo tra gli oscar più recenti quelli di Sorrentino e di Benigni, rispettivamente con “La Grande Bellezza” e “La vita è bella”, preceduti nel 1990 da “Nuovo cinema paradiso” di Giuseppe Tornatore. Ma è con il cinema del passato di Vittorio De Sica e di Fellini che l’Italia è riuscita a guadagnarsi più premi, durante l’epoca d’oro del cinema italiano.

Comunque vada anche quest’anno ci saranno vincitori e vinti, commozioni e delusioni, polemiche, gossip e moltissimi spettatori che assisteranno alla cerimonia in diretta sui propri schermi da diverse parti del mondo per vedere assegnate ancora una volta quell’omino tutto d’oro, tanto agognato dalle star del cinema holliwoodyano e non solo…e quando tutto si sarà stemperato, ecco approcciarsi un nuovo anno con l’arrivo delle nuove premiazioni della lunga notte degli Oscars…

(Visited 78 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.