I festeggiamenti per capodanno

I festeggiamenti per Capodanno
© Geralt Pixabay

Nel mondo ogni anno inizia “la febbre del sabato sera” per salutare il vecchio anno e festeggiare allegramente quello nuovo. Nel mondo ogni anno si prepara il veglione e si aspetta con ansia lo scoccare della mezzanotte, ridendo e scherzando con gli amici. Nel mondo ogni anno si ripete sempre e comunque il capodanno.

Seppur vi siano diversi festeggiamenti e differenti piatti tipici, vi sono anche molte usanze in comune alle varie parti del mondo. Tipico è fare i fuochi di artificio, presenti in ogni dove e soprattutto nel centro città. Chi è a Londra può così godersi i fuochi lungo le rive del Tamigi, a Berlino si festeggia alla porta di Brandenburgo e a New York si va tutti a Times Square. Qui viene calata la sfera di cristallo, immancabile simbolo trasmesso su tutte le televisioni. A Roma e in molte altre città italiane si è soliti organizzare i concerti in piazza con artisti locali famosi che attraggono la gente e la motivano ad affollare le piazze. A Parigi si tiene la Grande Parade dal ponte St Martin alla Tour Eiffel. Superstizioni e tradizioni non mancano: in terra nostrana bisogna vestirsi di rosso, mangiare lenticchie e cotechino e stappare una bottiglia di spumante allo scoccare della mezzanotte. Ognuno di questi elementi contribuisce alla buona riuscita dell’anno che verrà accompagnato naturalmente da tanti soldi, data la quantità di lenticchie mangiata.

Ma quali sono alcune peculiarità che contraddistinguono il capodanno nei vari paesi?

  • In Spagna si è soliti mangiare 12 chicchi di uva, uno per ogni rintocco fino a giungere alla mezzanotte.
  • In Grecia, viene appesa una cipolla sulla porta di casa nel giorno di Capodanno, in quanto ciò rappresenterebbe la rinascita nel nuovo anno e porterebbe con sé la prosperità. In alternativa si è soliti rompere un melograno sempre sulla porta di casa.
  • In Germania fioccano i portafortuna, i Glücksbringer, specialmente quelli a forma di maiale che garantirebbero così la buona sorte nell’anno nuovo.
  • In Danimarca, il nuovo anno viene accolto con la Kransekage, una torta decorata con petardi e bandiere.
  • In Belgio, è tradizione che i bambini scrivano lettere ai genitori e ai padrini per festeggiare così Sint Sylvester Vooranvond, la sera di San Silvestro.
  • In Romania si tende ad allontanare il male passato indossando pellicce di orso e esibendosi in danze folcloristiche.
  • In Argentina si preferisce mangiare fagioli per salutare l’anno nuovo perché sembra portino fortuna sul lavoro.
  • Nelle Filippine si è soliti piazzare sul tavolo per il Capodanno dei frutti rotondi (a forma di moneta), in quanto di buon auspicio per il nuovo anno.
  • In Bolivia, come anche fatto in alcuni paesi il 6 gennaio, viene nascosta una moneta in un dolce e colui che la troverà, sarà fortunato nell’anno nuovo.
  • In Thailandia si festeggia l’anno nuovo con un festival di tre giorni, Songkran, il festival dell’acqua di Capodanno.
  • In Giappone alla mezzanotte nei templi buddisti si suonano i gong per 108 volte per accogliere Toshigami, il Dio del nuovo anno e allontanare le debolezze dell’uomo, tralasciando così il vecchio anno alle spalle.

Ogni anno si aspetta fiduciosi l’anno nuovo e si spera che sia buono come quello appena trascorso o nettamente migliore rispetto al precedente. Non importa come si festeggia o con quale spirito si accolga la notte di San Silvestro, ciò che conta è forse riflettere sui pro e i contro dell’anno che sta per terminare e a cui finalmente si può dire addio…almeno fino al prossimo anno!

Per saperne di più, consulta l’infografica di Home Away sui vari festeggiamenti nel mondo per Capodanno.

Se ti è piaciuto questo articolo, potrà interessarti anche “Panoramica sui dolci natalizi nel mondo”.

(Visited 92 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.